La poesia d’amore nel canto popolare: la bellezza

Suonatori

Quante je’ bella e quante je carina
l’acqua che corre tu la fai fermare
l’arbere sicche lo fate fiorire
la preta dura la fa lacrimare
li giovanotte li fate impazzire.

Per quanto siete bella e carina bella fanciulla
l’acqua che scorre si ferma ad ammirare la tua bellezza,
gli alberi secchi iniziano a fiorire e
perfino la pietra dura e fredda non puo’ fare a meno di piangere
per non parlare dei ragazzi che impazziscono solo a guardarti.

Tratta da “Vita Popolare Marchigiana”. Stornelli di Castel Trosino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.