La poesia d’amore nel canto popolare

Castel Trosino, foto d’epoca.

Quando nascesti tu gentil signora
addre bellezze ‘l munne ‘n se aspettava
nasciste a lu spuntare dell’aurora
lu sol ch’avie da sci se vreugnava
la luna stette ferma piu’ de ‘n’ora
e de lu cammena ne dubetava
lu cardelli me la porto’ la nova
tu nasciste per me stelluccia cara.

Quando nascesti tu gentile signora
il mondo non si aspettava nessun altra bellezza
il sole non e’ sorto per la vergogna
la luna si e’ fermata per piu’ di un ora
poi ha ripreso a stento a percorrere la sua orbita,
un cardellino mi porto’ la lieta notizia,
tu sei nata per farmi felice o stella del cielo.

2 Replies to “La poesia d’amore nel canto popolare”

  1. Hai ragione la foto l’ho trovata sul sito del comune di Ascoli Piceno ed è relativa all’inagurazione della strada per Valle Castellana 28 ottobre 1930. La poesia d’amore fa parte di una raccolta di 2000 stornelli in dialetto raccolti su un settimanale “Vita Popolare Marchigiana”. Alcuni stornelli, quello pubblicato anche, sono stati raccolti a Castel Trosino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.