La fonte dell’acqua preziosa

Marco Cannella

Le sorgenti dell’acqua salmacina sono delle acque solfuree che scaturiscono dalla base della rupe sulla quale sorge Castel Trosino. Il nome probabilmente deriva dalla ninfa Salmaci, dea pagana sotto forma di giovane fanciulla messa a protezione delle sacre sorgenti. Nell’antichità sulle rive del Castellano sorgeva sicuramente un centro termale con piscine e fontane zampillanti per lo sfruttamento delle proprietà terapeutiche delle acque termali. Ce lo ricorda Plinio il Vecchio nelle sue Historie dove scrive delle “salmacidarum acquae…Castrum Tesuinum balneum cernitur aqua salmaria” e il medico bizantino Oribazio ci racconta che il console Placo vi recupero’ la salute. Oggi grazie al progetto di riqualificazione del parco del Castellano possiamo immergerci in queste preziose acque.

Il quadro è dell’artista Marco Cannella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.